Retailer

Retail Recovery Roadmap: Survive in the Short-term, Last for the Long Term

January 6, 2021

When your house is on fire, put out the blaze before you start building on the addition. Conventional wisdom, right? Maybe back in a year ago… but these days, according to industry veteran and former Neiman Marcus president and chief merchandising officer Jim Gold, “...we all have to walk and chew gum.” That means not only tending to the critical, short-term needs that have to be addressed to survive the moment.

Oro consiglia"allo stesso tempo, dovete iniziare a capire quali tendenze ci accompagneranno e quali invece svaniranno con la pandemia, dal punto di vista dello stile di vita, del consumatore e del posto di lavoro. Bisogna fare scelte difficili, mettere dei paletti in termini di come si pensa che sarà il futuro e iniziare ad adattare il proprio modello di business di conseguenza". In altre parole, per stare al passo con l'attuale ritmo di cambiamento, i brand dovranno costantemente trovare un equilibrio tra la convenienza di oggi e la strategia di domani, imparando dall'una per creare l'altra.  

 Here’s a few of the areas Gold sees this process already playing out: 

SHORT-TERM REACTION: Rely on promotional pricing and other diverse and creative measures to repurpose excess inventory.  

 LONG-TERM STRATEGY: Build a more agile production model to pivot with customers and grab opportunities as they emerge.  

 Gold says to get there, companies need to:

SHORT-TERM REACTION: Wing a reactive virtual go-to-market plan--throwing stuff on the wall to see what sticks. 

LONG-TERM STRATEGY: Construct a thoughtful digital-first market strategy, based on your own learnings and analytics as well as emerging industry best practices.

A livello internazionale e in tutti i settori, gli acquirenti e i venditori B2B hanno hanno espresso una preferenza per l'acquisto a distanza rispetto al processo pre-pandemico, anche per le transazioni a più di sei cifre. Le tecnologie video e di supporto forniscono le informazioni necessarie in modo più diretto e mirato. L'eliminazione dei viaggi e delle riunioni di persona consente un notevole risparmio di tempo e denaro. E i brand e gli acquirenti possono riorientare queste risorse verso lo sviluppo di partnership più profonde e strategiche in un mercato così stretto e competitivo.  

A causa delle notevoli efficienze, Gold prevede che la maggior parte delle transazioni wholesale avverrà per via digitale anche dopo la fine della crisi sanitaria, riservando gli incontri di persona solo a una manciata di volte l'anno e solo per le relazioni e i mercati più importanti. "La pandemia ha cambiato in modo permanente il modo in cui i brand e i retailer effettuano le transazioni", spiega. "La vendita wholesale virtuale è destinata a rimanere. È essenziale che sia i brand che gli acquirenti imparino a sfruttare appieno un mercato digitale come JOOR".

SHORT-TERM REACTION: Put up a virtual showroom.

STRATEGIA A LUNGO TERMINE: raccontare la storia digitale del vostro brand.

I siti di shopping rivolti ai consumatori mostrano ogni dettaglio e angolazione di un prodotto, con funzionalità di zoom, video di prova virtuale e altro ancora. Tuttavia, Gold osserva che la maggior parte dei brand wholesale ha offerto solo una frazione di questa esperienza digitale del prodotto ai propri partner al dettaglio, nonostante la presenza di video dinamici e fruibili, immagini a 360 gradi, immagini curate e showroom virtuale. disponibilità di video dinamici e acquistabili, immagini a 360 gradi, strumenti di collaborazione curati e coinvolgenti. showroom virtualie strumenti di collaborazione coinvolgenti. "Capisco che siamo agli albori dei mercati digitali", spiega Gold. "Ma ora che abbiamo capito che il digital-first è il nostro futuro, è arrivato il momento di potenziare anche il lato B2B". Ecco perché è così importante: 

Il commercio wholesale ha accelerato la ricerca di soluzioni temporanee per le grandi perturbazioni del 2020 e gli insegnamenti che ne derivano stanno contribuendo a plasmare la transizione a lungo termine, e in molti settori già da tempo, verso il digital-first. Tra questi c'è la consapevolezza che la digitalizzazione non si limita a spostare online i processi offline. Così come i primi siti di e-commerce non replicavano l'esperienza di camminare lungo i corridoi di un grande magazzino di mattoni e malta, queste soluzioni più mature si sforzano di capitalizzare i vantaggi unici del digitale, come i processi automatizzati, il facile accesso alle tendenze e ai dati in tempo reale e le forti capacità di narrazione e collaborazione. La buona notizia è che l'introduzione di questi cambiamenti necessari a lungo termine renderà il commercio wholesale più semplice e facile e aiuterà la nostra comunità a emergere ancora più forte.

Want to bring your digital game to the next level? 

Siete già un brand o un rivenditore JOOR? Rivolgetevi al vostro CSM per assicurarvi di sfruttare al meglio il vostro showroom virtuale. Richiedete una dimostrazione.

Trasformate il vostro canale wholesale con JOOR.
Richiedi oggi una dimostrazione personalizzata.

Richiedete una demo
Etichette:
Retailer
,

Di tendenza.

Contattaci e scopri come JOOR può trasformare il vostro business wholesale

REGISTRATI OGGI A JOOR